20/9/2015. Regionale slalom a Viadana, fiume Po.20/9/2015. "Campionato 200 Emilia Romagna" a Campogalliano.12-13/9/2015. Italiani Master slalom a Papigno.26-28/8/2015. Italiani assoluti all'Idroscalo.18-19/7/2015. Gare regionali e Canoagiovani a Torre del Lago. 26/7/2015. In gara sui 200m a Valtournenche (AO).26-28/6/2015. La 3 giorni di gare ad Auronzo.9/7/2015. Inaugurazione della nuova passerella.25/6/2015. Presentazione dei mondiali di canoa 2016.21/6/2015. Campionato regionale discesa sprint a Pavia.
CUS MILANO SEZIONE CANOA - poesia

 

POESIA

Oggi all'est niente di nuovo, di Paolo Pescalli

Oggi all'est niente di nuovo

ovvero
una splendida e calda giornata di sole
un continuo andirvieni, già dalla mattina,
di canoe, barche, mezzi di ogni tipo,
equipaggi multicolori,
voci festanti,magliette e pantaloncini variegati.

Si sono imbarcati sui nostri pontili
in un chiassoso, divertito, sportivamente ruvido ed affettuoso alternarsi
di ragazzi, bambini, giovani, adulti
barbuti tritoni, rocce brasate dal sole e dal vento,
Bronzini di Riace e di Segrate, pancette rosee e muscoletti vanitosi,
tutti in acqua ,tutti in barca
"ahoy !, all on board!"
tutti sportivi in allegria
come il sole estivo di oggi, come la brezza che birichina spazzava le acque
e l'approdo...
Ovunque sulla riva, nell'erba ,sui pontili, remi, pagaie
salvagente, scarpe e ciabatte e ciabattine...
canoe rovesciate al sole ad asciugare, outtrigger in attesa del via,
doppi da calzare, yole da amare...

Si sono imbarcati, oggi hanno navigato
di fianco all'ovest, la Grande Città
con i suoi rumori, il suo fervore,
lasciato lontano, ad altri...

Oggi abbiamo navigato,
così come piace a noi... acqua, vento, sole
Amici con cui remare, voci da nostromo
nell'aire, spruzzi di water elemento nell'aire.

Al largo,
invidiosi e curvi,
passavano dianzi a noi,
rari e tristi equipaggi
di altri club, curiosi,
invidiosi forse
di quella nostra garrula e naturale allegria
di oggi, di ieri, di domani
di un sabato di sole come tanti altri
ai Pontili del CUS, Idroscalo, Milano

All'est niente di nuovo

 

Canoa Report, di Paolo Pellegrini

corre adelante la ciurma errante
numerosi odorosi lebbrosi amorosi
adagiati bagnati sfigati,
nati bagnati e spogliati
culi pelati spesso sfondati
sempre sbadati e fregati,
feriti periti e ribolliti
ma sempre arditi e mai traditi
passanti adelanti parlanti,
balla incanta canta inchalla
ma è una balla mai con la palla
coscienti crescenti
ma sempre innocenti!

Capitaine Paul

 

L'acqua, di Lorenzo Mullon

Noi guardiamo le forme
però la vita vera è nel mistero
dell’acqua senza forma,
l’acqua che scorre
da una creatura all’altra
e immerge le luci
dell’anima
nella sua trasparenza

 

Il fiume che avevamo dimenticato, di Lorenzo Mullon

Quando ci stendiamo nel letto
scopriamo di essere
il fiume che avevamo dimenticato
Dal profondo
osserviamo le sponde in eterna lotta
e diventiamo corrente
scivolando
una
dentro la trasparenza dell'altro

 

Zappatori d'acqua, di Lorenzo Molinari, 16 aprile 1986
(un'aspra critica al mondo agonistico della canoa, soprattutto quello d'alto livello, critica estendibile per analogia all'agonismo praticato in qualunque altra disciplina sportiva)

Zappatori d'acqua
e subito questa
tornando a livello
tanto faticare cancella
lasciando sola speranza
a coronare tristemente di alloro
la vostra precoce e piccola morte
scelta per desiderio di glorie fittizie
e nulle in partenza
ma l'effimera esplosione di forza
ha saputo ammaliarvi
stupidi vogatori
che del piacere
non ve ne resta che professione.

 

Acqua condizionata, di Lorenzo Molinari, 17 settembre 1989
(dedicata all'alterazione e alla mercificazione totalizzante operata dall'uomo, che ahimè riguarda anche l'acqua, per antonomasia tra le sostanze naturali quella che più di ogni altra ha simboleggiato il senso di purezza e di purificazione nell'inconscio collettivo)

Eppure non è molto
e si diceva libero
come l'acqua che liberamente invade
aria che liberamente per altri spazzi sfugge
vasti
ampi
scorrono lungo lunghi tubi a imbuto
maniche ad angolo chiuse ricurve
costringono finissime bolle
compresse di selz
imbrigliate in trasparenti verdi bottiglie
acqua racchiusa
etichettata
sigillata
e non solo
... garantita fino a scadenza.

 

Una bottiglia d'acqua di mare, di Lorenzo Molinari, 24 ottobre 1989
(sullo scempio e sulla devastazione che realizziamo sistematicamente ai danni della natura e, di conseguenza, anche dell'acqua)

Come mongolfiera salpò
in cerca di nuovi lidi
lontane americhe
mentre più lontano sempre
appariva l'abisso lasciato sotto
comandante pilota
celeberrimo pesce terracqueo
solo superstite del grande nero riflusso
sopravvive, boccheggiando
al suo dorso legato
una bottiglia d'acqua di mare
borraccia di vita
speranza di oceani altri
diretto verso lontananze intrise
ricordi in cui libero nuotare sotto.

 

La vita in una bolla, di Lorenzo Molinari, 20 gennaio 1993
(una poesia che vorrebbe recuperare quelle sensazioni che solo l'acqua ci sa offrire nel suo purissimo divenire)

Il vento
il frangersi e il rifrangersi dell'onda
spuma
che dissolve e si disperde in nulla
e poi ancora vento
ancora frangersi
spaccarsi l'acqua
per un divenire di minutissimo vapore
schiudersi al sole caldo in una bolla
alza
cresce
piano espande
e quando dell'iride è adorna e ricca
come un bocciolo di fiore aprirsi
pioggella lieve di minutissima rugiada
e vanire nell'immensa madre
mare.

 

Inno alla canoa, di Paolo Pescalli

Cari Amici, vi ricordo che attraverso il movimento di rotazione, di entrata e di uscita della pagaia in acqua noi diamo un contributo unico ad arricchirla di 02, che come ben sapete è essenziale per i pesci dell'Idroscalo. Essi nelle loro più svariate classi e specie ne hanno un estremo bisogno, le loro branchie anelano spasmodicamente verso le sacre bollicine... Loro (i pesci) ci guardano da sotto, vedono gli scafi veloci delle nostre agili imbarcazioni passare sopra le loro pinne dorsali. Ci guardano e implorano... ...sembra che dicano "osssigeno, ossigeno, o s s i g e n o"... Non possiamo, non dobbiamo deluderli. Noi canoisti abbiamo questa missione. Questo mandato da lasciare come un raro legato ai nostri figli. Ossigenare le acque. 02 e pesante Deuterio, raro, 03... Muovere i remi nell'aire e miscelarne la brezza nel liquido water-elemento. Inutile rassicurarsi che domani pioverà o ci sarà il sole o ingannarsi di fronte ad un cancello chiuso o al vento della primavera... ...quando con tutta certezza è giunta l'ora della pagaia... Remate, fondi di bottiglia, ciurmaglia avvinazzata, zavorra imbalsamata. I pesci ci guardano ...muuuuti

 

Inviaci il tuo contributo: saremo felici di pubblicarlo.

TORNA SU