20/9/2015. Regionale slalom a Viadana, fiume Po.20/9/2015. "Campionato 200 Emilia Romagna" a Campogalliano.12-13/9/2015. Italiani Master slalom a Papigno.26-28/8/2015. Italiani assoluti all'Idroscalo.18-19/7/2015. Gare regionali e Canoagiovani a Torre del Lago. 26/7/2015. In gara sui 200m a Valtournenche (AO).26-28/6/2015. La 3 giorni di gare ad Auronzo.9/7/2015. Inaugurazione della nuova passerella.25/6/2015. Presentazione dei mondiali di canoa 2016.21/6/2015. Campionato regionale discesa sprint a Pavia.
CUS MILANO SEZIONE CANOA - regolamenti

Regolamento della Sezione CUS Milano CANOA

Ad uso dei Tesserati v. 2.1

Il presente regolamento sostituisce, integra ed aggiorna tutte le versioni precedenti.

 

1)         Finalità del CUS Milano Canoa

2)         Tesseramento al CUS Milano Canoa

3)         Tesseramento Agonista

4)         Tesseramento Amatore

5)         Tesseramento Corsi Canoa

6)         Tesseramento Corsi + Open Canoa

7)         Accesso alla sede Palacus Idroscalo

8)         Uso del parcheggio interno

9)         Criterio di priorità

10)       Utilizzo delle canoe e delle attrezzature sociali

11)       Rimborsi spese

12)       Uso dei mezzi sociali

13)       Rimessaggio canoe

14)       Regole ed inadempienze

 

 

 

 

1)        Finalità del CUS Milano Canoa

 

1.1)            Il CUS Milano Canoa ha la finalità di promuovere e sostenere lo sport della canoa e dell’attività sportiva universitaria, organizzare manifestazioni ed eventi, scuole e corsi internazionali, nazionali o locali che periodicamente sfocino in incontri e gare con tutti i paesi e che vedano l’incontro degli studenti nei campionati universitari. Promuove e partecipa ai CNU di canoa sia con atleti della Sezione sia con atleti universitari iscritti alle Università Milanesi provenienti da altre Società Sportive.

 

1.2)      Il CUS Milano Canoa favorisce la diffusione dell’attività sportiva universitaria. La promozione dello sport riguarda anche i giovani in età scolastica, per far conoscere il mondo dell’università e diffondere la cultura dell’attività fisica.

 

1.3)      Alla sezione Canoa appartengono quattro sottosezioni: velocità, discesa, maratona e slalom.

 

1.4)      La scala prioritaria delle attività è la seguente:

I) Attività Universitaria a 360° -

II) Incremento risorse e sviluppo del CUS Milano –

III) Attività agonistica con particolare riguardo alla attività giovanile (Under 23)

 

1.5)      La sezione Canoa del CUS Milano è parte integrante del CUS Milano stesso e pertanto è sottoposta al medesimo statuto e regolamento generale.

 

2)        Tesseramento al CUS Milano Canoa

2.1)      Le iscrizioni alla Sezione Canoa si effettuano, recandosi personalmente in segreteria per la compilazione del modulo di tesseramento. Se il tesserato è minorenne, il modulo deve essere firmato da un genitore.

2.2)      La richiesta di iscrizione deve essere accompagnata da: una fototessera, certificato medico di buona salute valido per l’anno in corso, per gli amatori, oppure certificato di idoneità all’attività agonistica per lo sport della canoa per gli agonisti.

2.3)      Copia della ricevuta dell'avvenuto pagamento della quota sociale.

2.5)      Agli iscritti verrà rilasciata la tessera CUS Milano.

2.6)      Le nuove iscrizioni possono essere effettuate in qualsiasi momento dell'anno.

2.7)      L’anno sociale corrisponde con l’anno accademico e va dal 1° settembre al 31 agosto.

2.8)      Il nuovo tesserato, se inizia a stagione inoltrata pagherà l’intera quota sociale annuale, otterrà un credito da scontare sul successivo rinnovo. Al primo rinnovo beneficerà dello sconto dei mesi non goduti.

2.9)      Tutte le tessere CUS Milano Canoa scadono il 31 agosto e di conseguenza anche le relative coperture assicurative scadono nella stessa data.

2.10)    Il mancato rinnovo della tessera CUS Milano Canoa, dal 1° settembre, comporta il divieto di svolgere attività sportiva in assoluto ed in ogni luogo in nome del CUS Milano.

2.11)    Il rinnovo eseguito in ritardo non esenta il tesserato dal pagare l’intera annualità, dedotto l’eventuale bonus.

 

3)        Tesseramento Agonista FICK

3.1)      Il tesseramento “Agonista” prevede l’iscrizione alla FICK (Federazione Italiana Canoa Kayak). Questa è necessaria per poter partecipare a gare ed eventi di carattere agonistico.

3.2)      L’iscrizione alla FICK è subordinata al tesseramento CUS Milano ASD.

3.3)      Il tesserando CUS deve essere presentato al Responsabile della Sezione Canoa dall’allenatore o da un tecnico per poter richiedere l’iscrizione alla FICK.

3.4)      L’iscrizione alla FICK è subordinata alla presentazione del certificato medico valido di idoneità all’attività agonistica della canoa.

3.5)      L’anno Federale (FICK) va dal 1° gennaio al 31 dicembre.

3.6)      L’ iscrizione FICK all’anno successivo NON è una procedura automatica. Gli interessati devono fare richiesta al Dirigente Incaricato.

 

4)        Tesseramento Amatore.

 

4.1)      Il tesseramento “Amatore” prevede l’attivazione della Tessera CUS Milano ASD.

 

4.2)      Per la categoria Amatori il tesseramento F.I.C.K. è attivabile solo su richiesta dell’interessato.

 

4.3)      La tessera Amatore prevede l’attività amatoriale dello sport della canoa ed è subordinata alla presentazione del certificato medico di buona salute in corso di validità, vengono candidati ad essere Amatori tutti coloro che escono con buon fine da un corso del CUS Milano o che provengono da altre società e che dimostrino ad un Tecnico del CUS la loro idoneità alla canoa e la conoscenza delle procedure proprie di accesso e utilizzo del Palacus e del bacino dell’Idroscalo.

 

4.4)      Il tesseramento Amatore prevede la possibilità di utilizzo delle attrezzature sociali, il libero accesso negli orari di apertura del centro l’utilizzo della palestra e la partecipazione a eventi ed iniziative sportive non agonistiche.

 

4.5)      Si prevede la possibilità di utilizzo di posto barca come da listino in vigore ed in funzione delle relative disponibilità.

 

 

5)        Tesseramento Corsi Canoa

 

5.1)      L’iscrizione a corsi di Canoa prevede il tesseramento CUS Tessera Verde e  la partecipazione a corsi di iniziazione o specializzazione alla pratica della canoa.  

 

5.2)      Non è prevista attività agonistica.

 

5.3)      Non è previsto l’uso delle canoe, di tutte le attrezzature sociali e della palestra al di fuori della frequenza ai corsi medesimi.

 

5.4)      Non è previsto posto barca. Qualora si verifichi disponibilità di posti questi potranno essere assegnati solo a pagamento come da listino in vigore.

 

5.5)      Non è prevista iscrizione alla F.I.C.K.

 

 

6)        Tesseramento Corsi Canoa Annuali + Amatore/Agonista (OPEN CANOA)

 

6.1)      È possibile integrare la tessera Corsi Canoa Annuali con la tessera Amatore o Agonista, pagando la relativa quota (OPEN CANOA) come dal listino in vigore.

 

6.2)      Il tesseramento Open Canoa consiste nel frequentare un corso di canoa annuale prestabilito, in più beneficiare di tutte le estensioni relative ad Amatori o Agonisti: iscrizione FICK, orari, materiali, palestra, gare ed eventuali rimborsi.

 

6.3       L’aggiornamento della tessera Corsi Canoa a OPEN è possibile solo per corsi con durata annuale.

  

 

7)        Accesso alla sede Palacus Idroscalo

 

7.1)      L’accesso alla sede CUS dell’Idroscalo è consentito solo ai tesserati in regola con il pagamento della tessera annuale in corso e con la validità del certificato medico.

 

7.2)      I minori possono accedere all’attività, in acqua o in terra,  solo se regolarmente iscritti alla Sezione Canoa, e accompagnati da almeno un genitore tesserato, oppure se inseriti in un corso ufficiale CUS, oppure se accompagnati da un allenatore o altro tecnico federale. In ogni caso il minore non può intraprendere da solo una navigazione se non è accompagnato dai soggetti indicati.

 

7.3)      E’ indispensabile possedere buone capacità natatorie per accedere a qualsiasi attività nautica.

 

7.4)      La navigazione deve sottostare alle norme di sicurezza, e alle disposizioni ed ordinanze alla navigazione emanate dalle Autorità competenti.

 

7.5)      L’accesso al  bacino dell’Idroscalo e alla navigazione deve essere tassativamente preceduto dalla compilazione del registro presenze presso la Club House.

 

7.6)      Allenatori e tecnici devono comunque notificare la loro presenza apponendo la firma sul registro unitamente alla tipologia dell’attività in corso.

 

7.7)      La sede CUS Milano Idroscalo è aperta come da orari esposti in bacheca e visibili sul sito www.cusmilanocanoa.it

 

7.8)      Per quanto non compreso valgono le regole della buona educazione e vivere civile.

 

 

8)        Uso del parcheggio interno

 

8.1)      IL parcheggio del Centro Sportivo PalaCUS Idroscalo è una locazione di posto auto, non custodito, a tempo determinato ovvero durante le ore di apertura al pubblico.

           

8.2)      Il rapporto locatizio ha inizio con l’ingresso dell’autovettura all’interno del parcheggio e termina con l’uscita dell’auto dal parcheggio stesso.

 

8.3)      Il posto auto locato all’interno del parcheggio non è custodito. Pertanto il CUS Milano non risponde a nessun titolo di eventuali furti o danni causati da terzi. L’oggetto della prestazione resa dal CUS Milano all’interno del parcheggio deve intendersi solo ed esclusivamente la messa a disposizione degli utenti di spazi auto scoperti per la sosta giornaliera di autovetture.

 

8.4)      Il personale presente all’interno del Centro Sportivo e del parcheggio stesso è preposto unicamente alla regolamentazione della mobilità delle vetture ma non è tenuto a prestare opera di vigilanza sui posti auto concessi in locazione.

 

8.5)      L’automezzo deve essere collocato a cura del locatario negli spazi destinati a posto auto, connotati da pavimentazione in autobloccanti o in ghiaia. E’ proibito parcheggiare fuori da detti spazi e in particolare davanti alle uscite di sicurezza, sui passaggi pedonali o in modo che il mezzo costituisca intralcio alla circolazione delle altre vetture. Per i motocicli va usato

unicamente lo spazio ad essi dedicato.  In difetto il CUS Milano si riserva la facoltà di rimuovere forzosamente il veicolo, addebitando i relativi costi al locatario.

 

8.6)      Il CUS Milano non risponde in nessun caso dei danni reciprocamente arrecati dagli utilizzatori del parcheggio e dei danni comunque derivati agli automezzi. In ogni caso la contestazione di eventuali danni ai veicoli deve essere effettuato al momento del ritiro della vettura alla segreteria o personale della club house.

 

8.7)      Il locatario è responsabile di qualunque danno causato all’immobile, a cose e/o persone.

 

8.8)      L’orario di apertura del parcheggio è il medesimo del Centro Sportivo. Dopo l’orario di chiusura, il locatario non potrà ritirare l’automezzo fino al seguente giorno di apertura del Centro Sportivo stesso. E’ comunque obbligatoria l’uscita di tutte le autovetture prima dell’ora di chiusura.

 

8.9)      Si fa obbligo di usare estrema prudenza nella guida e procedere a passo d’uomo.

 

 

9)        Criterio di precedenza

 

9.1)      Nello svolgimento delle attività, qualora si renda necessario stabilire una priorità fra categorie o fra atleti come ad esempio l’erogazione di un rimborso spese o i posti sul pulmino, va data in assoluto la precedenza agli studenti universitari.

 

9.2)      Secondariamente va usato il seguente schema di priorità:  1°Universitari, 2° studenti, 3° senior, 4°master, 5° amatori.

 

9.3)      A parità di grado di priorità le tesserate femminili hanno precedenza sui tesserati maschili.

 

 

10)     Utilizzo delle canoe e delle attrezzature sociali

 

10.1)    L’utilizzo di tutte le attrezzature sociali presso il Palacus e l’Idroscalo è condizionato dal consenso del Responsabile della sezione, di un dirigente o dell’allenatore / tecnico della sezione Canoa. L’utilizzo di materiale sociale in altri luoghi, fuori dal Palacus, è condizionato all’autorizzazione del Responsabile della sezione o di un dirigente della sezione Canoa.

L’utilizzo di canoe o altre attrezzature sociali da parte della persona autorizzata sarà dettato dal buon senso, dalle proprie capacità tecniche, dalla propria esperienza, dalla presenza di adeguata sorveglianza di sicurezza e in base alle condizioni metereologiche e idrologiche che troverà sul posto (ad esempio, in caso di pericolo di temporale, forte vento, piena o secca di fiume, la persona autorizzata ha l’obbligo di non utilizzare canoe o altre attrezzature sociali).

 

10.2)    Il materiale va riconsegnato nei tempi e nelle modalità concordate ed in condizioni identiche a quelle del ritiro.

 

10.3)    Eventuali rotture o malfunzionamenti vanno segnalati tempestivamente al responsabile, in gravi casi di incuria e malgestione potranno essere addebitati i relativi costi ai responsabili.

 

 

11)     Rimborsi spese

 

11.1)    I costi relativi ad iscrizioni a gare, allenamenti e manifestazioni, spese di viaggio e soggiorni sono a totale carico dei partecipanti.

 

11.2)    Per gli studenti universitari ed i "giovani"(dalla categoria Allievi fino alla categoria Under 23) nei limiti della disponibilità del bilancio, le tasse di iscrizione gara saranno rimborsate dalla Sezione Canoa. Per quanto riguarda le spese di viaggio per gare, allenamenti e manifestazioni, dove possibile, saranno rimborsati carburante ed autostrada previa presentazione di un progetto di trasferta.

 

11.3)    Gli atleti non Universitari e non rientranti nella categoria “Giovani” Under 23 devono sostenere individualmente le spese di iscrizione  gara e  le spese di viaggio. Il Dirigente può valutare, volta per volta, eventuali situazioni particolarissime, non contemplate dalla presente regolamentazione, e deciderne il buon esito, fermo restando che qualsiasi risorsa distolta dalla attività universitaria in primis e, a seguire, dalla attività rivolta ai giovani, dovrà essere dettagliatamente motivata e giustificata, esposta ai Dirigenti in una nota allegata alla richiesta di rimborso, e da loro autorizzata.

 

11.4)    I rimborsi vanno richiesti dagli interessati compilando l’apposito modulo disponibile in segreteria. I documenti per cui si richiede il rimborso devono essere in originale e devono indicare la cifra precisa da richiedere. Le richieste di rimborso devono contenere l’elenco degli aventi diritto al rimborso, essere condivisi e firmati dal Responsabile della Sezione o un Dirigente, e consegnati al Tesoriere della Sezione Canoa.

 

11.5)    Le richieste autorizzate saranno prese in carico dal Tesoriere della Sezione che procederà, nei tempi e nella disponibilità della Amministrazione Generale del CUS Milano ad effettuare il rimborso. Queste regole sono applicate a tutte le sottosezioni, fermo restando il rispetto delle specifiche esigenze di ogni specialità, che devono sussistere tutte senza prevaricazione. Dette regole ed osservazioni possono essere rivalutate e modificate da parte dei Dirigenti anche durante il presente anno accademico.

 

 

12)     Uso dei mezzi sociali

 

12.1)    L’utilizzo dei mezzi sociali, ovvero pulmini e carrelli è subordinata all’autorizzazione  rilasciata su apposita modulistica da compilare e presentare in segreteria. Tale richiesta deve essere firmata dal Responsabile della sezione Canoa o ALTRO DIRIGENTE suo delegato, dal Segretario Generale e DAL CONDUCENTE

 

12.2)    L’uso dei mezzi sociali (pulmini e carrelli) come dal punto 9 vede la precedenza agli Universitari ed ai "giovani" per i posti sul pulmino e per le loro canoe sul carrello. A seguire, le categorie Femminili, quindi i Senior maschili e per ultimi i Master maschili.

 

12.3)    Qualora i mezzi sociali  non fossero sufficienti per gli atleti delle categorie Universitari e "Giovani”, si ipotizzerà l’uso anche di un mezzo privato utilizzato per coprire i posti necessari.

 

12.4)    Gli Allenatori e gli Istruttori Federali regolarmente iscritti come tali al CUS nell’anno in corso, nel numero di una o due persone, con partecipazione attiva nell’accompagnare gli Universitari e i “giovani” alle  gare e quanto altro, rientreranno negli aventi diritto al rimborso.

 

12.5)    I mezzi sociali dovranno essere oggetto di grande cura da parte degli utilizzatori. Ogni conducente sarà responsabile del controllo dei liquidi del mezzo (acqua, olio, gasolio e liquido freni). Il livello del gasolio andrà lasciato sempre “pieno”. Completare il giornale di bordo con i dati richiesti dalla segreteria e comunicare alla stessa per iscritto eventuali guasti o anomalie

 

12.6)    Viene fatto divieto di utilizzo dei suddetti mezzi per usi privati o commerciali che non rientrino nell’attività istituzionale del CUS Milano Canoa.

 

 

13)     Rimessaggio canoe

 

13.1)    Il tesseramento annuale comprende la possibilità di richiedere l’assegnazione di uno o più posti barca fino ad esaurimento posti e alle condizioni del listino prezzi in vigore.

 

13.2)    I posti  barca personali sono situati all’interno dell’area CUS recintata ed all’esterno della struttura coperta, sotto le tettoie.

 

13.3)    I posti barca nella struttura al chiuso sono riservati alle barche sociali di particolare valore come le barche multiple.

 

13.4)    Eventuali assegnazioni individuali di posti barca al “chiuso” saranno valutati ed assegnati dal direttivo in accordo col listino prezzi in vigore.

 

13.5)    Posti barca esterni  supplementari potranno essere assegnati a pagamento come da listino in vigore.

 

13.6)    I posti barca pur essendo all’interno dell’area Palacus non sono custoditi e pertanto il CUS Milano si ritiene sollevato da ogni responsabilità: furti, danni, intemperie o eventi eccezionali.

 

13.7)    L’assegnazione del posto barca può essere revocata in qualsiasi momento ad insindacabile decisione del consiglio direttivo della sezione.

 

 

14)     Regole ed inadempienze

 

14.1)    Il presente regolamento ha validità immediata dalla sua esposizione. Potrà subire modifiche e aggiornamenti anche senza preavviso.

 

14.2)    Il presente regolamento viene esposto nella bacheca all’ingresso del Palacus Idroscalo. Viene data comunicazione a mezzo mail  a tutti i Tesserati con abbonamento valido.

 

14.3)    l’inadempienza al presente regolamento può originare sanzione tra cui anche la sospensione temporanea o definitiva della tessera CUS Milano.

 

 

 

Leggi i report ed i verbali delle riunioni di Sezione.

TORNA SU